L’ex amministratore delegato del Catania, Pablo Cosentino, ha deciso di fare ricorso al Coni contro l’inibizione di 4 anni e l’ammenda di 50.000 euro inflitte dal Tribunale d’Appello in estate. Lo comunica proprio il Coni, attraverso un comunicato stampa:

“Il Collegio di Garanzia dello Sport ha ricevuto un ricorso da parte di Pablo Gustavo Cosentino (all’epoca dei fatti Amministratore Delegato della società Catania Calcio s.p.A.) contro la Federazione Italiana Giuoco Calcio (F.I.G.C.) per l’annullamento e/o la riforma della decisione della Corte Federale d’Appello, pubblicata nelle motivazioni con C.U. n. 024/CFA del 16 settembre 2015, che ha comminato al ricorrente la sanzione della inibizione per anni 4 oltre all’ammenda pari ad euro 50.000. Il ricorrente chiede di accertare l’illegittimità del provvedimento impugnato e, conseguentemente, di annullare e/o revocare lo stesso, rideterminando la sanzione irrogata nei suoi confronti dagli organi di giustizia F.I.G.C. nella misura ritenuta di giustizia”.

Scrivi