«Porgo i miei sentiti ringraziamenti ed il mio plauso alla Magistratura ed all’Arma dei Carabinieri per l’importante operazione condotta oggi contro la criminalità, che fa sentire la rassicurante presenza dello Stato nel nostro territorio». Lo afferma il sindaco Nicolò Coppola in riferimento all’operazione “Cemento del Golfo”, portata avanti oggi dai carabinieri della compagnia di Alcamo e del nucleo investigativo del comando provinciale di Trapani tra a Castellammare del Golfo e Alcamo e che ha portato all’arresto di cinque persone accusate di associazione a delinquere di tipo mafioso, estorsione aggravata, danneggiamento aggravato, fittizia intestazione aggravata, frode nelle pubbliche forniture e furto. «Nel 2013, poco dopo il mio insediamento, ho siglato un protocollo d’intesa con i sindacati prevedendo misure di controllo e contrasto alla criminalità organizzata nel settore edile -afferma il sindaco Nicolò Coppola- Infatti questa amministrazione comunale ha proposto in più circostanze l’impiego di manodopera locale e anche l’ affidamento delle forniture, se a condizioni vantaggiose, alle aziende di Castellammare amministrate da un commissario giudiziario a seguito di sequestro per associazione mafiosa come nel caso della Calcestruzzi Castellammare. Un perc corso di legalità e trasparenza che è possibile abbia dato fastidio a qualcuno. Oggi a  nome dell’amministrazione comunale e dell’intera cittadinanza, esprimo vivo apprezzamento per l’importante lavoro in difesa della legalità che Magistratura e forze dell’ordine hanno svolto e stanno ancora svolgendo».

Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi