Riceviamo e pubblichiamo.

“Teniamo davvero allo sviluppo della nostra terra o, piuttosto, preferiamo restare fermi a guardare? Oggi mi è giunta notizia della chiusura dell’unica banca Unicredit nel Comune di Castiglione di Sicilia: segno emblematico di un sistema che rischia di paralizzare il resto. Rende o no l’idea di una situazione da chiarire? Basta mettersi nei panni dell’Amministrazione comunale per capire che il fenomeno può diventare molto più grande di quello che sembra: anche pensando alla storia dello stesso paese. Negli anni ottanta, se ricordate, Castiglione di Sicilia è diventato volano di sviluppo anche grazie all’evento chiamato Akesineide, che ha portato il Comune al centro di una rete importante, e adesso? Da troppo troppo tempo ormai si parla di declino, nonostante le numerose iniziative, e può arrivare il colpo di grazia. Per questo motivo è necessario far chiarezza: come fare? È giusto stare in silenzio? No, e questo vento negativo va contrastato: chiedo, pertanto, l’intervento della Regione e chi di dovere, per risolvere celermente una situazione che rischia di precipitare. Noi, esponenti della politica, non possiamo restare a guardare.”

On. Marco Forzese


-- SCARICA IL PDF DI: Castiglione di Sicilia, chiude Unicredit. Forzese (Udc Sicilia): "Non c'è attenzione allo sviluppo del territorio" --


Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata