Con la vittoria di Perugia andata ormai in archivio, per il Trapani è già tempo di preparare la prossima sfida di campionato che, al “Provinciale” di Erice, opporrà ai granata di Cosmi la Salernitana. Uno scontro diretto che in caso di successo potrebbe regalare ai padroni di casa lo slancio decisivo verso la salvezza. Gli avversari, in debito d’ossigeno, con una classifica che piange, sei sconfitte nelle ultime dieci gare e tanti, troppi gol al passivo (17 marcature subite nelle ultime 10 giornate), sono invece chiamati necessariamente a dar battaglia col coltello tra i denti per portare a casa punti pesanti per non restare intrappolati nella zona rossa. Molto più sereni i siciliani, rinfrancati da un successo convincente a cui bisogna però dare continuità. Con l’infermeria in fase di svuotamento e gli squalificati che torneranno abili ed arruolati, il tecnico perugino può finalmente sorridere…

Commenta per siciliajournal.it le vicende trapanesi, il tecnico Titta Mustazza. Queste le sue dichiarazioni:

“Devo essere sincero, non credevo tanto nella vittoria a Perugia. I ragazzi però hanno prodotto sul campo una prestazione perfetta, giocando con grande carattere e attenzione e meritando i tre punti. Un successo fondamentale, inutile negarlo, soprattutto perché mantiene i playout a distanza di sicurezza…Se avessimo perso le cose si sarebbero messe male…  Invece ha funzionato tutto, il gruppo ha risposto alla grande dopo la debacle di Chiavari e Cosmi, tatticamente, ha fatto un capolavoro… nonostante le tante assenze, la pressione ambientale con gli avversari che puntavano forte ai tre punti e il contraccolpo psicologico del 4-0 con l’Entella.

Ho visto benissimo Petkovic, davvero l’uomo in più là davanti. E finalmente è tornato Torregrossa. Questo ragazzo sta vivendo una stagione difficile, tanti infortuni… Adesso sembra aver finalmente recuperato e facendo i dovuti scongiuri spero possa dimostrare fino al termine della stagione il suo grande valore tecnico. In generale, però, ci tengo a sottolineare ancora che è stato il gruppo a sorprendermi positivamente in terra umbra. 

Adesso sotto con la Salernitana. Inutile negarlo, in caso di vittoria, secondo me, andrebbe in archivio la pratica salvezza. Per me in Serie B non ci sono gare più semplici di altre, è un campionato estremamente equilibrato. Detto questo, la squadra di Salerno non vive certamente un momento felice, giocheranno con l’acqua alla gola e per questo motivo sarà una battaglia da non affrontare con sufficienza. Sarà ancora una volta decisivo il primo quarto d’ora della gara. Il Trapani giocherà con più serenità ma, e su questo non ho dubbi, si punterà alla vittoria, assolutamente. Io sono ottimista… Secondo me i granata siciliani vinceranno per 3-1.

L’ambiente ha dimostrato di essere maturo ed equilibrato nei giudizi, la tifoseria è sempre vicina alla squadra. Io credo che la dimensione di questo gruppo sia proprio quella rispecchiata dall’attuale classifica…si può arrivare in alto, ma è sempre doveroso e necessario guardarsi alle spalle per non farsi mai sorprendere”.

 

Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi