CATANIA – Luglio 1960. Un grande movimento di lotta attraversa l’Italia contro il governo del democristiano Tambroni, appoggiato dal MSI. La repressione poliziesca colpisce particolarmente a Reggio Emilia dove vengono uccisi cinque manifestanti ed in Sicilia dove si registrano morti a Palermo, Catania, Licata. Nella nostra città l’8 luglio viene ucciso l’operaio Salvatore Novembre, 20 anni.  Alla fine Tambroni è costretto a dimettersi.

Oggi che la democrazia e la Costituzione nata dalla Resistenza sono di nuovo in pericolo, acquista un particolare significato ricordare quei drammatici giorni.

La sezione del Partito Comunista “Olga Benario” organizza a Catania venerdì 8 luglio alle ore 20, nella sede di vicolo Beritelli 7 (traversa di via Rotonda, zona Piazza Dante)  una iniziativa con la proiezione del documentario “Il sole contro” di Giuliano  Bugani che riguarda la strage di Reggio Emilia del 7 luglio e con la presentazione di  una mostra fotografica sulla giornata dell’8 luglio a Catania.

Luglio 1960. Un grande movimento di lotta attraversa l’Italia contro il governo del democristiano Tambroni, appoggiato dal MSI. La repressione poliziesca colpisce particolarmente a Reggio Emilia dove vengono uccisi cinque manifestanti ed in Sicilia dove si registrano morti a Palermo, Catania, Licata. Nella nostra città l’8 luglio viene ucciso l’operaio Salvatore Novembre, 20 anni. Alla fine Tambroni è costretto a dimettersi.

Oggi che la democrazia e la Costituzione nata dalla Resistenza sono di nuovo in pericolo, acquista un particolare significato ricordare quei drammatici giorni.

La sezione del Partito Comunista “Olga Benario” organizza a Catania venerdì 8 luglio alle ore 20, nella sede di vicolo Beritelli 7 (traversa di via Rotonda, zona Piazza Dante)  una iniziativa con la proiezione del documentario “Il sole contro” di Giuliano  Bugani che riguarda la strage di Reggio Emilia del 7 luglio e con la presentazione di  una mostra fotografica sulla giornata dell’8 luglio a Catania.

Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi