CATANIA – Il Tribunale del Lavoro di Catania, in composizione collegiale, ha accolto il reclamo dell’Ateneo, presentato dalla difesa tecnica e istituzionale dell’Avvocatura distrettuale dello Stato, avverso la reintegra del dott. Lucio Maggio nelle funzioni di Direttore generale, disposta dal Giudice nel primo grado della sede cautelare.
La motivazione della sentenza, che chiude definitivamente la fase cautelare del contenzioso, risiede primariamente nella inapplicabilità del provvedimento di reintegra alla tipologia contrattuale e alla fattispecie funzionale e professionale del dirigente a contratto.
Il rettore e gli organi di indirizzo dell’Università di Catania prendono pertanto atto di un provvedimento che conferma la correttezza e la linearità del loro operato e provvederanno nei prossimi giorni agli adempimenti conseguenti.
“Prosegue – dichiara il rettore Giacomo Pignataro – l’impegno volto a dare solidità, efficienza, continuità ed efficacia all’azione amministrativa e di programmazione dell’Ateneo, chiamato a rispondere nei prossimi mesi e nei prossimi anni a sfide difficili e complesse, sul piano della valutazione della didattica e della ricerca e della garanzia dei servizi erogati a ogni livello”.

Scrivi