Catania. Addio Sicilia Democratica? Catalano: “Senza Lino Leanza , scioglimento annunciato”
0%Punteggio totale
Voti lettori: (0 Voti)
0%

Catania. “Sono solo indiscrezioni” Taglia corto il vicepresidente del consiglio comunale Sebastiano Arcidiacono, in merito alla vicenda legata a quello che sembra il finale annunciato delle sorti del movimento fondato dal deputato regionale recentemente scomparso Lino Leanza. Tra abbandoni bisbigliati e smentite che non arrivano, il consiglio comunale si prepara a nuovi cambi di rotta e la nascita di nuove alleanze. Sembra infatti che adesso tocchi a Carmelo Nicotra abbandonare Sicilia Democratica per unirsi alle fila di Area Popolare, gruppo di opposizione dell’eurodeputato Giovanni La Via. Se lo spostamento dovesse concretizzarsi, la maggioranza perderebbe dunque un altro esponente e darebbe inesorabilmente il via alla sparizione del movimento di Leanza dal Consiglio Comunale. Secondo i rumors però, questo sferrerebbe un altro duro colpo al primo cittadino, che perderebbe anche l’appoggio di Sebastiano Arcidiacono, che si dice, qualora scomparisse Sicilia Democratica, sarebbe pronto a porsi nella corrente di Giuseppe Berretta, quindi in forte opposizione con Bianco. Nell’attesa che gli eventi trovino il giusto compimento, ai nostri microfoni, racconta i motivi della sua scelta il pioniere Giuseppe Catalano, attualmente esponente di Art. 4 : “Purtroppo senza Lino Leanza era prevedibile che la nave sarebbe affondata. Perche Lino era un grande uomo, riusciva a d aggregare e a tessere i rapporti tra coloro che avevano spesso idee diverse. La disfatta arriva da Palermo, culla del movimento. Improvvisamente, dopo la morte di Lino sono diventati tutti leader. Per questo me ne sono andato, a questi patti io non ci sto. Di riflesso l’assenza di un unico leader ha condizionato le scelte del gruppo in consiglio, la mancanza di un punto riferimento mi ha obbligato a fare una scelta di campo”
Nicoletta Castiglione

Scrivi