CATANIA – Una platea piena di studenti con rappresentanti del mondo imprenditoriale, politico e sociale che ha aperto la giornata di approfondimento “Destination Work” tenutasi sabato  presso i locali dell’I.S.I.S. Politecnico del Mare “Duca degli Abruzzi” di Catania. Un appuntamento, patrocinato dal comune di Catania, dettato dalla necessità all’orientamento post-diploma per tanti studenti che decidono di intraprendere una carriera lavorativa diversa dal contesto universitario. Scambio e formazione promossa dalla GI Group SpA, una delle principali realtà a livello mondiale nei servizi dedicati allo sviluppo del mercato del lavoro. “ Insieme a tante aziende di primo piano internazionale- spiegherà nel corso della relazione introduttiva  Brigida Morsellino, dirigente scolastico del Politecnico del Mare– vogliamo costruire un collegamento saldo tra formazione e mondo del lavoro. Oggi tanti rappresentanti di imprese del settore marittimo, e non solo, vogliono dialogare con il nostro panorama didattico. E’ fondamentale, quindi, sviluppare un “trade union” per capire come qualificare adeguatamente quello che sarà il personale dirigente del domani”. Il mondo del nautico che unisce tante realtà multiformi e che ha visto al tavolo della conferenza la referente del progetto prof.ssa Elisabetta Giustolisi, l’assessore ai servizi sociali, Angelo Villari, oltre che i responsabili di Catania GI Group. Nel corso della giornata tutti gli studenti partecipanti sono stati introdotti, attraverso sessioni specifiche, ai vari canali formativi e di orientamento. Conoscere, capire e progettare il proprio domani attraverso i diversi procedimenti che possono unire l’offerta dei ragazzi alla domanda delle imprese. Un “botta e risposta” che ha visto i dirigenti della GI Group- il dottor Giovanni Lo Faro, la dott.ssa Monica Lo Monaco e la dott.ssa Rossanna Venuto – dare tutte le informazioni e le nozioni indispensabili per presentarsi al meglio in un colloquio di lavoro. L’intermediazione che si interfaccia con le varie aziende per cogliere le loro esigenze e sfruttare al meglio le loro richieste. Collaborazione bilaterale in un dialogo e in un confronto che ha saputo incuriosire e allo stesso tempo appassionare; sempre in osservanza dell’importanza dei dettagli prima di partecipare ad un colloquio di lavoro.

 


-- SCARICA IL PDF DI: Catania, al Nautico si studia e si lavora --


Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata