CATANIA – Domani al Borghetto Europa di Catania, durante il consueto appuntamento con“Open Sport”, il format d’incontro targato Catania Al Vertice, si tornerà a parlare di impianti sportivi comunali nella città etnea. Argomento delicato e “scottante” che chiama in causa le istituzioni locali: «Nonostante la rivisitazione delle tariffe – afferma il presidente del Consorzio Nello Russo – l’Amministrazione comunale non ha ancora portato avanti le delibere per l’affidamento delle strutture alle società di vertice che, nel frattempo, continuano a pagare esose somme di denaro pur di continuare a fare sport, il più delle volte, in impianti che non rispecchiano la categoria d’appartenenza. Punteremo anche l’attenzione sulle condizioni delle stesse strutture, accendendo i riflettori sulla loro gestione e sulla scadente qualità della manutenzione. La nostra infatti è una situazione totalmente differente rispetto alle altre province siciliane, dove le rispettive amministrazioni danno agevolazioni sia dal punto di vista gestionale che economico».

A tal proposito – per fare tutti insieme il punto sulla problematica – saranno presenti: gli sportivi, i giornalisti, i presidenti e i dirigenti delle società coinvolte: il presidente dei Muri Antichi Luigi Spinnicchia, il presidente del Catania Librino Calcio a 5 Antonio Marletta, il presidente della Rainbow Catania Fabio Ferlito, il dirigente dell’Amatori Catania Rugby Riccardo Stazzone, e Christian Di Mauro degli Elephants Catania.

Scrivi