CATANIA − Nell’ambito dei servizi di vigilanza doganale svolti quotidianamente all’aeroporto di Fontanarossa, ulteriormente intensificati anche per incrementare i livelli di sicurezza in considerazione della permanente situazione di instabilità internazionale, i finanzieri del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Catania, congiuntamente al personale dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli, hanno sottoposto a un accurato screening i passeggeri giunti ieri sul volo da Istanbul.

Nel corso del controllo è stato individuato, tra i bagagli inseriti nell’apparecchiatura radiogena utilizzata per la rilevazione di eventuali beni non dichiarati, una valigia che dalle immagini dello scanner appariva contenere numerosi involucri. La circostanza ha insospettito i militari della Tenenza aeroportuale che, unitamente al funzionario della locale Sezione Operativa Territoriale della Dogana, decidevano pertanto di sottoporre a ispezione il trolley.

Così, il sessantenne catanese proprietario del bagaglio, che nulla aveva dichiarato di detenere nonostante le domande di rito formulate dai finanzieri, è stato condotto negli uffici delle Fiamme Gialle, dove, grazie alla consultazione delle banche dati, sono stati rilevati a suo carico specifici precedenti per contraffazione.

L’esame del trolley ha consentito di scoprire diversi articoli di lusso taroccati di alcune delle più conosciute griffes della moda internazionale: orologi a marchio Rolex Omega, completi di custodie e di falsi certificati di garanzia, occhiali da sole Cartier, portachiavi e portafogli Gucci e astucci da donna Chanel.

I prodotti rinvenuti, peraltro di buona fattura tale da poter ingannare gli ignari acquirenti, sono stati sottoposti a sequestro mentre il passeggero è stato denunciato a piede libero all’autorità giudiziaria etnea per i reati in materia di contraffazione.

Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi