MODENA – Quarto punto in trasferta per la squadra di Marcolin che non affonda il colpo del k.o contro un Modena decimato tra infortuni e squalifiche, e per dieci minuti anche in inferiorità numerica per l’espulsione del difensore Cionek (80′). Il recupero della 25′ giornata si risolve dunque in un (quasi) nulla di fatto.

Fuori Martinelli per squalifica, Pinsoglio, Schiavone, Granoche per problemi fisici, il duo Melotti-Pavan schiera in campo un Modena compatto che bada più a non prenderle e che in qualche fase cerca di assestare al Catania il colpo di grazia. Dal canto suo Marcolin si affida ancora una volta al 3-4-1-2. L’unica novità, rispetto al pari casalingo dei rossazzurri dello scorso sabato con lo Spezia, è l’inserimento in attacco di Castro al posto dello squalificato Calaiò.

Primo tempo soporifero. Il Modena ci prova con Ferrari dopo neanche 5′ di gioco senza però impensierire più di tanto Gillet e al 15′ con uno dei tanti ex, Salifu nella circostanza non inquadra la porta. Dopo due minuti arriva la grande occasione per il Catania: Del Prete prova a superare Manfredini con un pallonetto, ma il portiere dei canarini è abile a deviare in angolo. Al 21′ ancora rossazzurri in avanti con Maniero che non approfitta nel cuore dell’area di rigore di un buon assist di Castro, spedendo fuori. Allo scadere della prima frazione, dopo un vuoto di circa venti minuti in quanto ad occasioni di rilievo, con le due squadre attente soprattutto a non subire, grandissima occasione per il Modena: è Garritano, con un tiro splendido, a centrare il palo a Gillet battuto.

Ripresa più emozionante. Dopo tre minuti dall’avvio della seconda frazione di gioco, Ferrari ci prova con un colpo di testa su cross dell’ex trapanese Nizzetto. Palla sul fondo. Al 53′ è ancora l’attaccante emiliano chiamato a sostituire Granoche a sprecare malamente. Avvio di ripresa di grande difficoltà per il Catania di Marcolin. Del Prete si fa male e l’allenatore rossazzurro lo sostituisce con Escalante, spostando Sciaudone (non particolarmente incisivo) sulla fascia destra. Proprio a destra arrivano i pericoli più grossi per la formazione ospite. Pian piano però il sodalizio etneo prende campo e torna ad affacciarsi dalle parti di Manfredini, ottimo a sventare su Rosina al 64′. Cionek al 70′ trova la gran risposta di Gillet, sulla sua deviazione Garritano non riesce a metterla dentro. Dieci minuti più tardi clamorosa occasione per il Catania: tiro di Rosina, sulla ribattuta Mazzotta mette in mezzo e Rossetti centra la traversa. Poco dopo espulsione per la squadra di casa: è Cionek ad essere mandato anzitempo negli spogliatoi dall’arbitro Chiffi. L’ingresso di Marzorati voluto dal duo in panchina per il Modena è un chiaro segno della volontà di accontentarsi del risultato di parità. Anche il Catania, non riuscendo ad impensierire più di tanto gli avversari, accetta di buon grado un pari esterno. Nota lieta del comunque deludente pareggio, viste le condizioni di un Modena più attento forse al derby contro il Bologna tra pochi giorni, il fatto che il Catania esca per la prima volta da una gara esterna senza reti al passivo.

Comunque troppa poca incisività ed aggressività da parte dei rossazzurri. La classifica, precaria di suo, non subisce lo scossone da tempo sperato. Il Catania rimane dunque inchiodato nei bassifondi della graduatoria, in attesa della prossima gara, sabato a Vicenza contro le vecchie conoscenze Marino e Moretti, che appare proibitiva. Contro i biancorossi mancherà Rinaudo, che sarà squalificato dopo l’ammonizione rimediata al Braglia.

MODENA-CATANIA 0-0

MODENA (4-3-3): 1 Manfredini; 2 Calapai, 13 Gozzi, 15 Cionek, 33 Rubin; 26 Signori (dal 83′ Marzorati), 44 Salifu, 8 Nizzetto; 39 Fedato (dal 61′ Acosty), 9 Ferrari, 38 Garritano (dal 75′ Marsura). A disposizione: 12 Pinsoglio, 28 Zoboli, 16 Zucchini, 11 Sakaj, 19 Beltrame, 37 Guidiala. Allenatore: Pavan-Melotti

CATANIA (3-4-1-2): 1 Gillet; 15 Sauro, 45 Ceccarelli, 5 Schiavi; 18 Del Prete (dal 57′ Escalante), 21 Rinaudo, 44 Sciaudone, 43 Mazzotta; 10 Rosina, 7 Maniero (dal 72′ Rossetti), 19 Castro. A disposizione: 22 Terracciano, 24 Capuano, 28 Parisi, 39 Odjer, 25 Piermateri, 14 Barisic, 30 Di Grazia. Allenatore: Marcolin

ARBITRO: Chiffi di Padova

AMMONITI: Calapai, Rinaudo, Ceccarelli, Gozzi,

ESPULSO: 80′ Cionek

(foto latina24ore.it)

Scrivi