CATANIA – Il Dipartimento Regionale Urbanistica ha dato via libera al nuovo Regolamento edilizio che va a sostituire quello in vigore dal 1935. Il nuovo strumento urbanistico regolamentare era stato adottato nello scorso mese di aprile dal Consiglio comunale su proposta della Giunta Bianco ed entrerà in vigore quindici giorni dopo la pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale.

“Si tratta – ha detto il sindaco Enzo Bianco – di un fatto storico. Grazie a questo Regolamento Catania diventa la prima città in Sicilia e tra le prime in Italia in cui le nuove costruzioni e gli edifici in ristrutturazione dovranno obbligatoriamente dotarsi del fascicolo di manutenzione dell’immobile. Inoltre tutte le nuove concessioni edilizie dovranno essere rilasciate per realizzare edifici di classe energetica A, vale a dire ad alto valore di rispetto ambientale. Abbiamo previsto anche sgravi sugli oneri di costruzione con ampie garanzie per gli interventi di messa in sicurezza sismica. Insomma, grazie a questo strumento possiamo finalmente puntare a una crescita qualitativa e non più quantitativa del numero di immobili, con  massima attenzione all’attenuazione del rischio sismico, al risparmio energetico e al recupero del patrimonio esistente”

Il Sindaco ha inoltre sottolineato come “questo strumento di pianificazione e regolamentazione dello sviluppo del territorio  apra la strada a una serie di altri provvedimenti urbanistici, a partire dalla Variante generale sul Centro città su cui siamo già pronti e dal Piano regolatore metropolitano, sul quale presto cominceremo a discutere con i sindaci degli altri Comuni”.

“La Regione – ha concluso Bianco – ha preso atto del lavoro svolto dai nostri Uffici e soprattutto condiviso dall’intera città grazie da una parte al metodo della concertazione che ci ha portato a coinvolgere nella messa a punto di questo strumento intelligenze e professionalità di notevole livello, e dall’altra grazie al web che ci ha consentito la massima trasparenza e velocità nel diffondere i documenti. Devo ringraziare in particolare il Consiglio comunale, che nei mesi scorsi ha lavorato con dedizione per varare uno strumento di altissimo profilo che pone Catania all’avanguardia nazionale”.

Tra i punti cardine del nuovo Regolamento la valorizzazione il decoro urbano e un Piano del colore della che renda attrattivo il territorio cittadino, riqualificandolo e valorizzandone gli aspetti peculiari. Massima attenzione è stata data anche alle aree a verde e all’incremento della permeabilità del suolo e alla semplificazione amministrativa di alcuni procedimenti di autorizzazione edilizia.

Soddisfatto per l’approvazione del nuovo regolamento edilizio l’assessore all’Urbanistica e al Decoro urbano Salvo Di Salvo, che ha seguito l’iter con i vertici della burocrazia regionale.

“La Regione – ha spiegato Di Salvo – ha riconosciuto il valore innovativo della nostra proposta e del suo punto di forza, ossia l’idea di rispetto ambientale e di sviluppo ordinato di Catania. Ringrazio gli uffici comunali per il lavoro svolto in questi mesi  e gli Ordini professionali, associazioni ambientaliste, costruttori, commercianti, industriali, ma anche l’Università, la Procura della Repubblica e i cittadini che hanno contribuito, ciascuno per la propria parte, a dare valore condiviso a questo strumento di sviluppo della nostra città”.

 

Scrivi