CATANIA – Dopo l’arresto avvenuto nei giorni scorsi di Asan Mustafa, il rumeno che picchiava una donna e la costringeva a prostituirsi, ecco che i poliziotti dell’UPGSP hanno arrestato anche Lica Toader (classe ’65), complice del primo uomo. Questa mattina, infatti, gli agenti hanno fatto irruzione nella sua abitazione di San Berillo, giusto in tempo per coglierlo nell’atto di preparare i bagagli per sparire chissà dove.

Bloccato, identificato e accompagnato negli Uffici della Questura, l’uomo è stato sottoposto al Fermo d’Indiziato, per i reati di estorsione e sfruttamento della prostituzione.

Le valigie che aveva preparato per la fuga serviranno al rumeno per il suo soggiorno nel carcere di Piazza Lanza dove gli agenti lo hanno tradotto, su disposizione dell’Autorità giudiziaria.

Scrivi