CATANIA − Durante l’intensificazione dei servizi di controllo del territorio disposti dal Questore di Catania dott. Marcello Cardona, volti alla prevenzione dei reati predatori, alla repressione delle violazioni al codice della strada nonché al controllo dei parcheggiatori abusivi, nella tarda serata di ieri gli agenti delle volanti dell’U.P.G.S.P. hanno arrestato il pregiudicato tunisino EzzedineZairi (classe 1985) in quanto responsabile di estorsione e danneggiamento.

Nello specifico, alle ore 23.30, agenti delle volanti sono intervenuti in piazza Pietro Lupo, a seguito di segnalazione su linea 113 da parte di una ragazza che segnalava la presenza di uno straniero dedito all’attività di parcheggiatore abusivo, che dopo averla minacciata le aveva danneggiato con calci e pugni l’auto. Immediatamente sul posto, gli agenti grazie alle indicazioni fornite dalla donna hanno individuato e bloccato lo straniero, identificandolo in Ezzedine Zairi, il quale alla vista della pattuglia ha tentato di allontanarsi. Si è appreso dalla vittima che mentre stava parcheggiando l’auto sugli stalli a pagamento, il predetto si è avvicinato a lei indicandole il luogo in cui avrebbe dovuto parcheggiare l’auto, chiedendole del denaro per la sosta. Di fronte al rifiuto della ragazza, lo straniero l’ha minacciata di danneggiarle l’auto e, fortemente irritato dalla sua ferma presa di posizione, ha colpito l’auto con calci e pugni, danneggiandone la portiera.

Lo straniero, privo di documenti d’identità e senza fissa dimora, risulta pluripregiudicato per lo stesso reato, oltre che per reati inerenti gli stupefacenti e privo di permesso di soggiorno sul territorio nazionale.

Pertanto è stato tratto in arresto e su disposizioni dell’A.G. di turno, associato presso le camere di sicurezza in attesa di giudizio per direttissima.

Scrivi