CATANIA – I Carabinieri del Nucleo Investigativo del Reparto Operativo di Catania hanno arrestato Emilio Giuseppe Gangemi, 40enne, catanese, su ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal G.I.P. del Tribunale di Livorno, per rapina aggravata in concorso e porto di armi ed oggetti atti ad offendere.gangemi emilio 03071975

Il provvedimento restrittivo scaturisce da una specifica attività d’indagine svolta dai Carabinieri del Nucleo Investigativo di Livorno a seguito di una rapina, commessa il 27 maggio scorso 2015, ai danni della filiale della Monte Paschi di Siena di Vicarello a Collesalvetti (LI).

Nella circostanza, l’uomo con un complice fece irruzione all’interno della banca e puntando alla gola un taglierino ad un impiegato lo costrinse a consegnargli oltre 6.000 euro in contanti custoditi nelle casse. I due rapinatori, impossessatosi del bottino, riuscirono poi a scappare facendo perdere le proprie tracce.

A tradire il 40enne, sono state le immagini delle telecamere a circuito chiuso presenti all’interno della banca e, soprattutto, le impronte digitali raccolte dai militari durante il sopralluogo. Le indagini sono ancora in corso al fine di risalire all’identità del suo complice.

L’arrestato è stato associato nel carcere di Piazza Lanza, a disposizione della competente Autorità Giudiziaria.

Scrivi