Un comunicato stampa diffuso dalla Figc annuncia il deferimento del Catania da parte del Procuratore Federale, per le irregolarità amministrative della passata stagione. I mancati pagamenti ai tesserati con le dovute documentazioni del caso non pervenute e la mancata certificazione dell’avvenuto deposito della fideiussione bancaria nei termini previsti porteranno probabilmente ad un paio di punti di penalizzazione per il Catania, punti che andranno a sommarsi ai 9  ricevuti in sede processuale per lo scandalo delle presunte partite comprate da Pulvirenti. Di seguito il comunicato:

Il Procuratore Federale, a seguito di segnalazione della CO.VI.SO.C., ha deferito al Tribunale Federale Nazionale Sezione Disciplinare il legale rappresentante pro-tempore della società Calcio Catania, Carmelo Antonio Milazzo “per non aver documentato agli Organi Federali competenti l’avvenuto deposito della fideiussione bancaria a prima richiesta dell’importo di euro 600.000 nei termini stabiliti dalla normativa federale” nonché “per non aver documentato agli Organi Federali competenti l’avvenuto pagamento delle ritenute Irpef relative agli emolumenti dovuti ai propri tesserati, lavoratori dipendenti e collaboratori addetti al settore sportivo fino al mese di aprile 2015”. La società è stata deferita a titolo di responsabilità diretta.

 

Scrivi