Rossazzurri che oltre a Ferrario, dovranno rinunciare per il posticipo anche a Musacci e Plasmati, out per lesioni muscolari. Domani pomeriggio alle 16 si terrà a Torre del Grifo un allenamento a porte aperte. Venerdì il sorteggio del tabellone della fase finale della Coppa Italia di Lega Pro: c’è anche il Catania.

di Gianluca Virgillito

Lunedì sera si gioca per alti traguardi. Il Catania di Pancaro se la vedrà allo Stadio “Pinto” contro la rivelazione di quest’avvio di stagione, la Casertana, gruppo capace di sorprendere gli addetti ai lavori con le sue qualità. Squadra di casa che deve farsi perdonare per la sconfitta rimediata nell’ultima giornata contro il Cosenza, mentre i rossazzurri vogliono cavalcare la cresta dell’onda inanellando il settimo risultato utile consecutivo. Il big match sarà diretto dal signor Giovani di Grosseto. Il fischietto toscano, 44 gare dirette in Lega Pro, sarà coadiuvato da Galetto (Rovigo) e Sechi (Sassari). Per domani pomeriggio, alle ore 16, la società rossazzurra ha previsto di aprire le porte di Torre del Grifo alla tifoseria che potrà così abbracciare i propri beniamini.

In casa etnea, a parte Ferrario, fermo dalla scorsa settimana, sono out anche Musacci e Plasmati. Per il primo, uscito anzitempo nel corso della gara casalinga con il Catanzaro,  gli esami diagnostici del caso hanno evidenziato una lesione di primo grado del quadricipite femorale della gamba destra; per il secondo invece, ai box da sabato scorso, quando l’attaccante è stato costretto a fermarsi durante l’allenamento, lesione di primo grado del bicipite femorale della gamba sinistra. Entrambi i calciatori saranno quindi indisponibili per la difficile trasferta campana.

Per il sodalizio etneo si tratterà si stringere i tempi e superare soprattutto a livello fisico il tour de force conclusosi proprio con la gara di domenica scorso contro i calabresi, stesi 4-1 al Massimino. Intanto, la Lega Pro ha reso noto che tra le squadre ammesse alla fase finale della Coppa Italia di Lega Pro figura anche il Catania, che dunque venerdì, alle ore 11.30 conoscerà attraverso il sorteggio che si terrà nella sede Figc di Firenze, conoscerà il suo primo avversario in questa competizione. Un impegno ulteriore che grava sulla squadra. Lecito pensare che il Catania vi punterà poco, visto che l’obiettivo fondamentale si chiama campionato.

Scrivi