CATANIA – Il titolare del bar “Caffè del Porto”, sito all’interno del Porto di Catania, aveva trasformato l’attività di vendita al pubblico di cibo e bevande in esercizio pubblico di spettacolo. Questo è ciò che il personale della Squadra Amministrativa della Divisione Polizia Amministrativa e Sociale della Questura di Catania ha accertato nel corso di un controllo risalente allo scorso 31 maggio.
Nello specifico, gli agenti hanno constatato che era stata allestita una struttura di circa 80 mq dei quali 16 erano occupati da strumenti musicali, impianti hi-fi e luci, per consentire l’esibizione di un complesso musicale, nonostante non fosse stato rilasciato il prescritto certificato di agibilità attestante la solidità della struttura a tutela dell’incolumità pubblica.

Ancora una volta, è stata messa in discussione la sicurezza delle circa 250 persone presenti per ascoltare l’esibizione del gruppo musicale. Il responsabile è stato denunciato all’Autorità giudiziaria per la violazione delle norme del Testo Unico delle Leggi di Pubblica Sicurezza e, inoltre, è stato contravvenzionato per aver organizzato la manifestazione senza aver previamente ottenuto l’autorizzazione di polizia.

Scrivi