Riceviamo e pubblichiamo.

 CATANIA – Barriere architettoniche a Palazzo dei Chierici con gli uffici della Tari e della Tasi che si trovano al secondo piano e con anziani e disabili costretti a sopportare mille difficoltà per raggiungere la Ragioneria. Una situazione incresciosa che va avanti da anni. E’ giunto, quindi, il momento di porvi rimedio. Una soluzione, dai costi assolutamente irrisori, c’è e comporterebbe solo lo spostamento di uffici e personale al piano terra. Nel corso degli ultimi mesi ho personalmente raccolto le segnalazioni di tantissimi utenti che sottolineano come le ripide scale di Palazzo dei Chierici, che portano al secondo piano, siano faticose per una persona giovane e normodotata, figuriamoci per un anziano o un disabile. Si tratta di una situazione vergognosa e di una mancanza di sensibilità che non trova nessun tipo di giustificazione. Una questione aggravata dal fatto che l’edificio, molto antico, non dispone di ascensori o scivole. Ecco perché in quanto  presidente della Commissione comunale al Bilancio, chiedo al sindaco Bianco di farsi immediatamente carico del problema evitando ulteriori difficoltà a tutti quei contribuenti che nei giorni stabiliti affollano, cartelle alla mano, gli uffici di Palazzo Dei Chierici.

Vincenzo Parisi, consigliere comunale di Catania

 

 

 

Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi