CATANIA – Tempi duri per chi distribuisce volantini commerciali a Catania. Fino al 6 febbraio, infatti, sarà vietata in via sperimentale qualsiasi forma di volantinaggio su tutto il territorio del Comune. Lo stabilisce un’ordinanza del sindaco Enzo Bianco, che detta anche le sanzioni per i trasgressori: multe comprese tra i 25 e i 500 euro, più le spese di accertamento e notifica. Nel caso in cui non sia possibile individuare i responsabili, comprese le agenzie incaricate della distribuzione, la sanzione sarà applicata al beneficiario del messaggio pubblicitario, tranne che questi provi la propria estraneità.

Il divieto riguarderà in particolare la distribuzione a mano di materiale pubblicitario in prossimità e in corrispondenza di incroci, e il lancio di opuscoli, foglietti, volantini, buoni sconto, biglietti omaggio e altro materiale simile.

“Si tratta – ha spiegato Bianco – di un provvedimento necessario visto l’altissimo livello di inquinamento raggiunto nella nostra città a causa dell’abuso di queste forme pubblicitarie che finiscono non solo per deturpare la nostra splendida Catania compromettendo il decoro urbano, ma anche per mettere a rischio l’incolumità dei cittadini se pensiamo alle cartacce che occludono le caditoie impedendo il deflusso delle acque piovane o che vengono gettate nelle aiuole diventando potenziali focolai di incendi. Spesso, inoltre i volantini vengono distribuiti agli automobilisti creando problemi alla circolazione”.

Punite anche le affissioni selvagge: sono previste sanzioni per chi affiggerà manifesti, adesivi e volantini pubblicitari di qualsiasi forma e dimensione su supporti e manufatti delle reti pubbliche di gas, luce e telefono, sulla segnaletica stradale o su alberi e piante presenti in aree verdi pubbliche e su qualsiasi altro supporto murale o strutturale non regolarmente autorizzato. A vigilare sulla corretta esecuzione dell’ordinanza saranno la Polizia municipale e le altre forze dell’Ordine.

Scrivi