Grande delusione per gli ex dipendenti del Bingo Family di Misterbianco, che in mattinata si erano dati appuntamento per un sit-in di protesta davanti alla prefettura di Catania, in concomitanza con l’incontro previsto tra la proprietà dell’azienda e il sindacato rappresentato dal segretario generale della Filcams Cgil Salvo Leonardi e il segretario confederale della Cgil Claudia Longo.  La questione, iniziata dopo il passaggio di proprietà della sala da gioco, ha inizio quando,i dipendenti sono stati  incaricati dalla nuova gestione di  occuparsi dell’inaugurazione e della formazione dei nuovi collaboratori, e successivamente sono stati licenziati tramite una lettera con cui si comunicava che il periodo di prova non era stato superato. Una sistuazione esasperante ed incomprensibile per i 13 lavoratori che da 12 anni esercitavano la loro professione presso il suddetto Bingo e che oggi hanno ricevuto un’altra batosta. Negativo infatti l’esito della riunione che ha solo confermato il licenziamento degli ex dipendenti, nonostante l’offerta di stipulazione di un contratto di solidarietà avanzato dai sindacati, e attraverso il quale si sarebbe potuta garantire un’occupazione dignitosa a vecchi e nuovi assunti.

A seguito di questi risultati le proteste continueranno, e da domani gli ex dipendenti del Bingo Family daranno battaglia proprio davanti la sala da gioco con un sit-in che si protrarrà ad oltranza.

Nicoletta Castiglione

Scrivi