CATANIA − Estate tempo di furti in appartamento. Infatti i Carabinieri del Comando Provinciale di Catania hanno posto la loro massima attenzione attuando,  oltre ai numerosi servizi preventivi, un controllo di quelle attività che per la loro vocazione commerciale potrebbero fungere, in modo altrettanto illegale, da “ripulitori” della merce rubata. I risultati conseguiti hanno evidenziato un dato quanto meno preoccupante. Su dieci “compro oro” controllati in varie zone della città, ben sei hanno violato le normative di legge. Tre di questi, addirittura,  avevano posto in vendita nei  negozi  gioielli e preziosi risultati di provenienza furtiva. In tutte e sei gli esercizi i militari hanno inoltre contestato delle  violazioni amministrative per non avere aggiornato i registri di carico dell’oro e dei preziosi in entrata nonché la trasgressione di una delle ultime norme in materia che prevede la riproduzione fotografica degli oggetti presi in carico. Tutta la merce rubata, collane, anelli, orologi, bracciali, orecchini ed anche 3 diamanti – taglio brillante – (valore stimato di circa 100.000 euro)  è stata sequestrata e nei prossimi giorni sarà restituita ai legittimi proprietari già individuati e contattati. Quattro le persone denunciate, i tre titolari dei compro oro per ricettazione mentre un quarto soggetto risponderà di furto aggravato (i Carabinieri hanno identificato uno dei ladri  che aveva venduto i preziosi rubati ad uno dei negozi). Per alcune attività è stata proposta la revoca della licenza d’esercizio.

Scrivi