Bonanno: “Nessun problema economico. Anche io pretendo chiarezza dalla proprietà”.

di Gianluca Virgillito

Il direttore generale del Catania, Giuseppe Bonanno, è intervenuto in conferenza stampa assieme all’avvocato Abramo, per parlare dell’attuale momento vissuto dalla squadra ma anche delle trattative per la vendita del sodalizio rossazzurro.

A prendere per primo la parola, l’avvocato Abramo. Queste le sue dichiarazioni:

“Da settembre ad oggi mi sono arrivate due manifestazioni di interesse, una da parte della Integra Consulting SA, l’altra da parte del gruppo Villar. Il primo era interessato soltanto all’acquisto del titolo sportivo e del brand mentre la società vuole vendere tutto il pacchetto azionario. Per ciò che riguarda quindi l’Integra Consulting il cui referente è Massimo Biondi, la trattativa è ferma in quanto non ho più ricevuto alcuna risposta dopo aver esposto le nostre richieste.

Per il gruppo Villar, invece le richieste delle credenziali sono state soddisfatte, ma aspettiamo ancora un riscontro dalla banca di Londra, l’ HBSC. I tempi della cessione dipendono da chi vuole comprare, la società conferma di essere disponibile a vendere.

Per il momento la proprietà si è riservata dal rivelare il valore delle azioni, per una questione di rispetto anche nei confronti di possibili acquirenti. Chiaramente il valore del Catania varia anche in base alla categoria in cui gioca, Torre del Grifo è legato al Calcio Catania”.

Bonanno invece ha commentato il momento attuale della squadra, facendo anche un bilancio di questi mesi di lavoro:

“Sicuramente alla vigilia di questa stagione le condizioni erano parecchio preoccupanti, Adesso comunque possiamo dire tranquillamente di essere in una buona situazione. Siamo riusciti ad abbassare il monte ingaggi. Normale amministrazione adesso.

Nessuna difficoltà per il pagamento degli stipendi. I calciatori sanno già che saranno pagati alla scadenza dei termini fissati dalla Lega.

Il calo della squadra è sotto gli occhi di tutti, non ci possiamo nascondere, a parlare sono i risultati. Comunque vedo che l’ambiente ha risposto sempre bene, il campionato nel complesso sta andando come avevamo previsto.

Monzon, Leto e Rolin sono un ingombrante problema da risolvere. Cercheremo di vendere i primi due già a gennaio, per il terzo se ne riparlerà a giugno.

Una dato di fatto evidente: Catania perseguitato. Non ho visto un giocatore indagato, nessun’altra squadra penalizzata. Sicuramente c’è un accanimento nei confronti dell’attuale proprietà.

Anche io chiedo chiarezza alla proprietà per poter lavorare al meglio. Programmare non è facile, spero che tutto venga risolto al più presto”.

Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi