Bisceglie la capolista, l’avversario duro e complicato da superare. La giornata è di quelle difficili, non semplice, una giornata dove parlare di sport appare una riduzione del tutto. La Francia e il mondo piangono le vittime di Parigi sotto l’attacco terroristico e il minuto di silenzio in quel di Bisceglie prima della gara è pieno di commozione per le squadre e la gente presente.

Il campo? Il ritorno di Mendes la nota lieta per i rossazzurri con Cannavò che preferiva ancora Leopardo tra i pali unico italiano e roster completato dai portoghesi Fabinho, Mendes e Neves con il brasiliano e cannoniere Dalcin li davanti. Primi sette minuti senza gol, studio ma ottimo ritmo con Catania che teneva bene il campo e sfiorava la rete con Fabinho. Leopardo consegnava un momento di indecisione, intervento fuori dall’area con le mani, ma per fortuna la punizione veniva sprecata dagli uomini in maglia rosa. Etnei dinamici e pronti a ripartire con Dalcin con l’innesto poi di Marco Marletta in luogo di Neves per consegnare maggior qualità ed esplosività. Piacevole il primo tempo con i due portieri attenti: Leopardo respingeva due conclusione centrali di Montelli e Lopopolo si opponeva alla punizione di Mendes.

Ma nell’equilibrio totale ecco il colpo, quello di Kevin per Bisceglie al minuto nove. L’esterno lasciava sul posto Fabinho ed anticipava il portiere della Catania C5 con la punta depositando la sfera in rete per il primo vantaggio della gara. Ma Catania non si rialzava: prima subiva il colpo e per vie centrali Bisceglie sfruttava l’errore della difesa con Mazzariol che andava via dopo il suggerimento di Sanchez battendo Leopardo, ancora, al minuto tredici. Poi a distanza di trenta secondi, nonostante Cannavò cercasse di scuotere i suoi, Bisceglie infieriva grazie all’errore di Dalcin che apriva l’autostrada ad Ortiz che triplicava. L’unica reazione a due dalla fine per la Catania C5 portava la firma di Marletta, discesa palla al piede e tiro che sfiorava solo il palo di Lopopolo.

Nella ripresa Bisceglie controllava la gara, senza prendere rischi e il primo pericolo del secondo tempo capitava sui piedi di Mendes che con Lopopolo fuori dai pali, dopo l’unica dormita della difesa dei padroni di casa, non riusciva ad inquadrare la porta. Catania non riusciva a venire su, fase offensiva sterile, quasi impaurita e le uniche dissertazioni offensive arrivavano con la giocata del singolo però mai seguito da movimenti senza palla. Cosi a otto dalla fine, al minuto dodici, ancora una leggerezza stavolta di Dalcin e Fabinho che aprivano in tranquillità la giocata di Kevin che piazzava il 4-0. Serviva a poco l’uomo in più per gli etnei con Fabinho da libero e uomo aggiunto. La soluzione tattica produceva nel finale solo un pericolo con mendes ma il portiere appena entrato Di Benedetto era bravo a smanacciare. Invece era perfetto Sanchez dalla distanza a centrare la porta sguarnita degli etnei per il 5-0 finale

Finiva cosi con una sconfitta netta, contro un avversario forte ma favorito più dagli errori di Catania che da meriti propri. Per i rossazzurri di Cannavò c’è tanto da lavorare e tanto da cambiare nella testa dei giocatori rossazzurri oggi altamente demoralizzati.

nella foto coach gaetano cannavo'“Abbiamo tenuto il campo per oltre tredici minuti – chiosa Cannavò – la partita è stata decisa anche da errori nostri. Abbiamo cercato di impensierirli, ma oggi per noi è difficile giocare alla pari perché siamo molto scossi dal momento di classifica. Stiamo parlando di alcuni rinforzi di mercato e per capire cosa serve a questa squadra. In tre giorni non potevo avere la bacchetta magica, ma dobbiamo dialogare e soprattutto fare per rialzare morale, tornare a vincere e risalire in classifica”.

“Adesso in casa al Palanitta dobbiamo preparare una grande partita ed è necessario vincere fin dalla prossima in casa. La squadra ci tiene e vuole risorgere e Policoro avrà vita dura. Policoro è una squadra ben quadrata ma noi giochiamo davanti alla nostra gente e dobbiamo assolutamente portare i tre punti”.

 

TABELLINO DELLA GARA

FUTSAL BISCEGLIE-CATANIA C5   5-0 (Parziali: 3-0; 2-0)

Futsal Bisceglie – 21 Delpopolo, 12 Kevin, 11 Montelli, 5 Pedone, 7 Ortiz. In panchina: 2 Di Benedetto, 3 Murolo, , 8 Colaianni, 9 Edson, 10 Sanchez, 13 Mazzariol, 1 Di Benedetto. All. Ventura.

Catania C5 – 1 Leopardo, 8 Mendes, 13 Fabinho, 17 Neves, 10 Dalcin. In panchina: 4 Scacco, 6 Staccia, 9 Timpanaro, 12 Finocchiaro, 24 Milluzzo, 27 Merletta, 29 Marino. All. Cannavò

Marcatori: Kevin al 9’ p.t., Mazzariol al 13’p.t., Ortiz al 14’p.t. – Kevin al 12’s.t. – Sanchez al 19’s.t.

Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi