Ufficializzate dai rossazzurri le cessioni di Peruzzi, Monzon e Rolin. Aveni risolve il contratto, Escalante viene riscattato.

Giornata di grandi manovre in casa Catania. Mercato in uscita attivissimo. Ore contate per il trasferimento a Genova, sponda Samp, di Spolli e Gyomber: il primo andrà in prestito con diritto di riscatto, il secondo a titolo definitivo per una somma che si aggirerebbe attorno ai 4 milioni di euro. Protagonista in passato nel Catania dei record in Serie A, Spolli ritroverà Mihajlovic e la massima serie. Per il quasi ex capitano rossazzurro l’esperienza alle pendici dell’Etna non si conclude benissimo: gli infortuni e una serie infelice di gravi errori che cari sono costati nella generale situazione di confusione che ha caratterizzato la squadra etnea negli ultimi tempi. Gyomber invece, arrivato come promessa su cui fare affidamento per il futuro, ha sì mostrato le sue qualità, perdendo però strada facendo (con il Catania che crollava a picco) le motivazioni, ed esprimendo un certo disappunto circa la sua permanenza anche in cadetteria.

Colpi importanti, che però richiamano necessariamente Cosentino e Delli Carri ad un nuovo intervento sul mercato in entrata per quanto riguarda la difesa. I soli Parisi, Sauro e Capuano infatti non sarebbero garanzia assoluta in caso di infortuni o squalifiche. Torna quindi in pista l’ipotesi di un trasferimento in rossazzurro di Di Cesare, ma anche Contini è un profilo a cui la società di Pulvirenti sembra interessata.

Attraverso delle note sul proprio sito ufficiale, il Catania rende note anche le cessioni già annunciate di Monzon (prestito con diritto di riscatto), Peruzzi (a titolo definitivo) e Rolin (prestito con diritto di riscatto) al Boca, ma anche la risoluzione consensuale di Aveni, giovane attaccante chiuso dalle altre punte e da qualche infortunio di troppo e il riscatto di Gonzalo Escalante, che a tutti gli effetti diventa un giocatore rossazzurro.

In entrata si seguono sempre le tracce di Insigne della Reggina. Il giocatore è pronto a venire a Catania e giocarsi le sue chance.

(foto primocanale.it)

Scrivi