Catania. Non si è fatta attendere la risposta di Vincenzo Parisi. Dopo le accuse lanciate dai grillini, che non ci vedevano chiaro in merito alla pubblicazione parziale dei verbali delle sedute della commissione bilancio, il presidente Vincenzo Parisi replica così.
“Sui verbali della commissione che presiedo non ancora pubblicati sul sito del comune di Catania e sulle relative polemiche seguite, mi auguro che non si tratti di disegno ben preciso con lo scopo di perseguire un gioco machiavellico. Voglio comunque rassicurare alcuni revisori dei conti di Palazzo degli Elefanti, dei cittadini e dei componenti di ogni partito politico interessato alla questione che i verbali saranno prodotti nei modi e nei tempi previsti dalla legge. Le difficoltà legate a questo tipo di ritardi non dipendono da una nostra diretta responsabilità ma,piuttosto, dal nuovo format di inserimento dei verbali a seguito della normativa specifica entrata in vigore il 18 settembre scorso. Leggi che ribadiscono come i verbali devono essere approvati dalla commissione comunale. Stiamo operando nei modi e nei tempi previsti per fornire quello che i cittadini chiedono, secondo il principio della trasparenza, perché, ribadisco, si tratta di atti pubblici. La richiesta di prendere visione dei verbali e il puntare il dito contro una serie di debiti fuori Bilancio rappresenta quasi il “Canto del Cigno” di qualche soggetto ormai giunto al capolinea della propria carriera professionale. Creare una “caccia alle streghe” basandosi sul nulla oppure dare false notizie può avere il solo effetto di provocare un clima di forte tensione. Per queste ragioni- continua Parisi- come presidente della commissione al Bilancio, mi sto attivando in tutti i modi per stemperare gli animi ricordando a cittadini e partiti politici vari che quest’organo ispettivo comunale ha sempre lavorato nella massima trasparenza chiedendo tra i primi la pubblicazione “on line” dei verbali, nel sito istituzionale, già dal 2014. Occorre ricordare che la legge del 18 settembre del 2015 non ha effetto retroattivo ma, nonostante questo, Palazzo degli Elefanti ha deciso comunque di pubblicare i verbali antecedenti a tale data. Chi non riesce proprio ad aspettare che l’iter burocratico, previsto in questi casi, faccia il suo corso lo invito a partecipare alle sedute della commissione al Bilancio perché sono aperte al pubblico. Appuntamenti in cui,a chiunque ne richieda copia, saranno consegnati i verbali cartacei nelle modalità e nelle tempistiche previste dalla normativa in atto.”
Nicoletta Castiglione

Scrivi