CATANIA – Criminali e piromani in azione nel quartiere di Cibali. Delinquenti che trasformano i cassonetti della spazzatura in un cumulo di cenere fumante con nubi tossiche che si sprigionano dalle fiamme e costringono i residenti delle case vicine a restarsene chiusi in casa. Erio Buceti,  consigliere della municipalità di “Cibali-Trappeto Nord-San Giovanni Galermo”, ha raccolto le segnalazioni degli abitanti e chiede urgentemente un potenziamento dei controlli da parte delle forze dell’ordine. Già in passato a finire in cenere sono stati i centri di raccolta dei rifiuti in via Marina, via Del Fasano, via Badia e piazza Ignazio Roberto. Oggi il problema si presenza nella zona di piazza Santa Maria Ausiliatrice. Non sappiamo ancora se si sia trattato di un rai vandalico organizzato da tempo, una qualche forma di protesta oppure una semplice bravata. L’unica cosa certa sono i disagi che l’intero territorio deve subire. Problemi che comportano un ammassamento della spazzatura ai bordi delle strade e un aumento sconsiderato delle discariche abusive nella IV municipalità dove l’abbandono dei rifiuti ha ampiamente superato i livelli di guardia. Constatato il fatto resta comunque la preoccupazione che i delinquenti possano tornare alla carica nel tentativo di incendiare altri contenitori della spazzatura sparsi per l’intera municipalità. Ecco perché bisogna rispondere a questi gesti scellerati con la presenza costante di polizia e vigili urbani perché, una volta sostituiti i cassonetti bruciati, nel giro di pochi giorni i raid vandalici possono continuare ancora e tutto ritornerebbe allo stato di degrado originario. In questo contesto la collaborazione della gente è fondamentale perché i cittadini possono segnalare tempestivamente alle forze dell’ordine atti di teppismo contro i cassonetti della spazzatura o l’arredo urbano. 

Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi