CATANIA – La situazione dell’Amt si fa sempre più difficile con il passare del tempo. Dipendenti in perenne stato di agitazione, lo sciopero indetto per il 21 aprile e milioni di euro di debiti certi a fronte di crediti ancora da quantificare: sono il segnale più evidente di come l’azienda metropolitana trasporti vada gestita con assoluta accortezza. Per tutte queste ragioni chiedo al sindaco Bianco e al Presidente Lungaro di fare chiarezza sugli sprechi dell’Amt. L’azienda in passato ha bandito alcuni posti per promozioni interne ed affidato per l’anno in corso consulenze per importi non certo straordinari ma comunque rilevanti in un momento delicato come questo. Oggi la situazione parla di notevoli ritardi nei pagamenti degli stipendi ai dipendenti AMT e ciò non è ammissibile. A maggior ragione, non si riesce a capire il nesso tra queste palesi “incongruenze” nelle gestione delle risorse economiche della stessa. Il presidente Lungaro deve chiarire questa situazione agli occhi della città e deve assumersi la responsabilità della “risposta” circa la cattiva gestione economica della società. Nell’immediato è fondamentale dare un segnale ben preciso revocando senza “se” e senza “ma” i bandi e gli incarichi per non aggravare ulteriormente la situazione in cui si trova oggi l’azienda catanese.

 

Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi