Catania. “Piazza Dante, uno dei gioielli architettonici nel cuore del centro storico della nostra città presenta seri problemi di sicurezza e di manutenzione. Soprattutto le strade adiacenti come via delle Orfane, via Gesuiti e via Bambino durante l’intera giornata sono attraversate da migliaia di macchine e persone. Questa storica piazza è situata al centro di un’area densamente trafficata vista la presenza dell’ospedale “Santa Marta” e dell’ex Monastero dei Benedettini. Un luogo che necessita di urgenti lavori di manutenzione straordinaria con il basolato lavico gravemente danneggiato e in molti punti rattoppato con piccole colate di asfalto a freddo. Questo,oltre a creare pericolosi dislivelli, sparisce con le prime piogge mettendo a nudo profonde buche. A rischio, quindi, è l’incolumità della gente che, a piedi o in scooter, attraversa la zona.” A denunciarlo è il consigliere Giuseppe Catalano, indignato non poco per la situazione preoccupante in cui versa la piazza dei Benedettini. ” Come se non bastasse- continua Catalano- piazza Dante negli ultime settimane è finita al centro delle segnalazioni degli studenti universitari perché costantemente vessati dai posteggiatori abusivi. Persone che chiedono, spesso in modo arrogante e intimidatorio, il famoso obolo. Gli ultimi controlli delle forze dell’ordine servono certamente a riportare l’ordine e la sicurezza in tutto il rione. Pattugliamenti che, però, vanno assicurati in modo costante visto che i parcheggiatori abusivi sono pronti a riprendersi la piazza. A schierarsi al fianco del sottoscritto, consigliere comunale Giuseppe Catalano, c’è anche il presidente del comitato cittadino “San Nicolò” Toni D’Antony che chiede in tutto il quartiere un potenziamento della pubblica illuminazione e una viabilità più sicura e meno caotica. Segnalazioni di pendolari e residenti che si contano a decine e tutte reclamano interventi urgenti perché ad essere danneggiati da questa situazione sono pure i resti archeologici presenti all’interno della piazza. Testimonianze del passato con i soliti incivili che li hanno trasformate in un enorme cassonetto a cielo aperto. Per tutte queste ragioni chiedo quindi al Sindaco Bianco di attivarsi immediatamente, con la collaborazione delle locali associazioni, per creare un tavolo tecnico permanente volta alla riqualificazione di uno dei luoghi più suggestivi di Catania.”

Nicoletta Castiglione

Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi