CATANIA − Nelle prime ore del mattino di oggi, i Carabinieri del Comando Provinciale di Catania hanno catturato, in Villasmundo frazione di Melilli (SR), il latitante Montagno Bozzone Nunzio Giuseppe (classe 1966) che nel mese di maggio 2015 si era sottratto alla cattura a seguito di ordine di esecuzione per la carcerazione emesso dalla Procura Generale della Repubblica presso la Corte d’Appello di Catania, essendo stato condannato per associazione di tipo mafioso e traffico di droga, alla pena di 8 anni e 8 mesi  di reclusione.

MONTAGNO BOZZONE Nunzio GIUSEPPE (BRONTE 07111966)A

Montagno Bozzone Nunzio Giuseppe

In particolare, Montagno Bozzone  nel mese di gennaio 2015 era stato tratto in arresto dai Carabinieri del Comando Provinciale di Siracusa nell’ambito dell’operazione antimafia denominata ‘Morsa’, conseguente all’esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal G.I.P. presso il Tribunale di Catania su richiesta della locale Direzione Distrettuale Antimafia, nei confronti di 28 soggetti ritenuti responsabili di aver partecipato,  a vario titolo,  all’associazione di tipo mafioso denominata clan ‘Nardo’ di Lentini, storicamente riconducibile al boss Nardo Sebastiano, nonché direttamente correlata alla potente famiglia di ‘cosa nostra’ dei Santapaola di Catania. L’associazione di tipo mafioso in argomento era fortemente attiva nella commissione di una serie indeterminata di delitti (estorsioni, traffico e spaccio di stupefacenti, porto e detenzione di armi, controllo di bische clandestine e installazione di giochi video-poker truccati e di genere vietato) e nell’acquisire il controllo e la gestione di plurime attività economiche. Le investigazioni a suo tempo svolte, permettevano di evidenziare e contrastare la realtà mafiosa nei comuni di Augusta e Melilli, nonché nella frazione di Villasmundo, dalla fine del 2005 al marzo del 2007. I Carabinieri di Catania, dopo un attento lavoro di analisi e numerosi servizi di osservazione, sono arrivati alla localizzazione del latitante che si nascondeva all’interno dell’abitazione di famiglia. Alle prime luci dell’alba scattato così il blitz che ha portato alla cattura del soggetto che, dopo le formalità di rito, è stato associato alla Casa Circondariale di Catania- Bicocca.

Scrivi