CATANIA – Prosegue il lavoro del vice presidente della municipalità di “Cibali-Trappeto Nord-San Giovanni GalermoGiuseppe Zingale, del presidente Emanuele Giacalone e del consigliere Santo Arena per migliorare il quartiere e dotarlo di tutte le infrastrutture necessarie a renderlo più sicuro e vivibile. La visita del sindaco Bianco, durante la commemorazione dei defunti,  è servito a fare il punto sulla situazione riguardante il cimitero di San Giovanni Galermo. Un sito antichissimo che necessita di grandi interventi strutturali. L’impegno del vice presidente Zingale, del presidente della IV municipalità Emanuele Giacalone e del consigliere Arena ha portato al rifacimento dei bagni, alla manutenzione e alla pulizia del sistema fognario e alla dotazione, per tutti i cittadini, di nuovi annaffiatoi che serviranno a curare meglio i fiori che parenti ed amici metteranno quotidianamente sulle tombe dei propri cari. “Un impegno preso sin dal primo momento della nostra elezione e che ora ci ha permesso di rispondere alle tante esigenze che i sangiovannesi hanno segnalato quotidianamente sul cimitero. L’obiettivo ora è quello di proseguire in questa direzione e non fermarci più. Il camposanto necessita di altri importanti interventi su cui ci stiamo concentrando con l’aiuto e la collaborazione di volontari e semplici cittadini. La questione di fondo resta l’eliminazione dei cavi elettrici tra le tombe, sempre alla portata di chiunque, e la ristrutturazione dei loculi danneggiati. Capitolo a parte spetta poi alla pulizia continua, a scadenze ben precise, dell’impianto interno per il deflusso delle acque piovane. Un’opera che si è resa indispensabile per risolvere il nodo legato ai continui allagamenti. Si tratta di lavori mai intrapresi negli ultimi anni e che comportano un impegno non indifferente da parte della Municipalità e dell’Amministrazione comunale – sottolinea Zingale – . Lavoro di sinergia, tra Palazzo degli Elefanti e IV circoscrizione, che oggi punta pure ad ottenere il via libera per l’ampliamento del camposanto di via Misericordia attraverso l’acquisizione dei terreni abbandonati circostanti. Un impegno che il sindaco si è preso nel corso dell’ultimo sopralluogo e che, siamo sicuri, vorrà portare a termine all’interno nel processo di miglioramento del territorio che io, il presidente Giacalone e il consigliere Arena abbiamo  intrapreso negli ultimi tre anni”.

 

-- SCARICA IL PDF DI: Catania, cimitero di San Giovanni Galermo da recuperare --


Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata