CATANIA – Maggiore attenzione e valorizzazione per l’intera parte nord di Catania anche nell’ambito del progetto per la città metropolitana. Giuseppe Catalano, come consigliere comunale, lancia un appello ai deputati regionali e nazionali per scongiurare in tutti i modi che il capoluogo etneo si divida in due aree: una dotata di linee della metropolitana e l’altra completamente esclusa da questo processo di modernizzazione. Un rischio messo in evidenza stamattina nel corso della seduta itinerante della commissione comunale ai Lavori Pubblici alla Stazione di San Nullo. Territori come San Giovanni Galermo, Barriera, Canalicchio e Mascalucia non verranno interessati dalla metropolitana con migliaia di pendolari che continueranno ad intasare ogni mattina le arterie cittadine perché non avranno altro mezzo, se non l’automobile, per raggiungere il centro cittadino. Occorre quindi una progettazione adeguata per un sistema capillare di questo servizio che coinvolga l’intera provincia etnea. Ci rendiamo conto della particolare conformazione del sottosuolo oppure degli alti costi per aprire nuovi cantieri ma è altrettanto vero che una città come Catania va dotata di linee metropolitane nella sua interezza.
Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi