Al Palanitta la prima semifinale di Calcio a 5 tra etnei e calabresi. Martedì 29 a Rossano Calabro la seconda gara. Palanitta gremito e colorato di rossazzurro per la partita interna più importante della stagione. Si è conclusa a un passo dalla vittoria la gara tra il Catania Calcio a 5 e il Corigliano. La squadra di Rino Chillemi ha sfiorato più volte la vittoria, che si è infranta sul palo colpito da Nilson Da Silva nei secondi finali. 2-2 tra le due formazioni che si affronteranno martedì 29 alle 19:00 a Rossano Calabro per la gara di ritorno.

I primi ad andare in rete sono stati i calabresi al 3′ di gioco con Vieira (0-1). I padroni di casa hanno cercato di reagire con Da Silva e Dalcin, ma hanno trovato il gol del pareggio con Orlando Bidinotti. La prima frazione di gioco si è conclusa 1-1.

Nella ripresa il match si è acceso:  in panchina, prima ancora che in campo. Il direttore di gara ha espulso il dirigente accompagnatore del Corigliano, Alfonso Cimino, per proteste. Poco dopo Cristian Rizzo ha realizzato il gol del vantaggio (2-1). Il Palanitta è esploso di gioia, così come i giocatori rossazzurri che sono corsi ad abbracciare il tecnico Chillemi a bordo campo. Animi incandescenti in occasione di un fallo richiesto dal Corigliano, ma non sanzionato dall’arbitro. Il time out richiesto dai tecnici ha calmato le acque e, una volta tornati in campo i calabresi sono riusciti a riequilibrare le sorti del match ancora una volta con Vieira (2-2). A pochi secondi dalla fine Da Silva ha colpito un palo spegnendo le speranze dei rossazzurri di vincere la prima semifinale play off.

2-2 il risultato finale che ha soddisfatto il tecnico degli etnei Chillemi: «Peccato per il palo… le partite vengono decise dagli episodi, come in questo caso. Sono soddisfatto dall’atteggiamento dei ragazzi. Martedì ci giocheremo le nostre carte, se dovesse andar bene saremo contenti e orgogliosi di noi stessi, in caso contrario, come ho ribadito più volte, è stato bello così!»

Rabbia mista ad amarezza nel volto  e nelle parole del presidente Antonio Marletta: «Oggi abbiamo dimostrato di avere il carattere per giocare una finale importante come quella in  programma  martedì a Rossano Calabro. Faccio un plauso allo splendido pubblico del Palanitta di Librino che ha colorato e riempito le tribune incoraggiando i ragazzi. Inoltre ringrazio i presidenti delle realtà sportive siciliane che oggi sono venuti al Palanitta per stare vicino al Catania Calcio a 5: il presidente dell’Augusta Calcio a 5 Giovanni Santanello, Rosario Cristaldi in passato vice presidente del Viagrande C5 e Assessore allo Sport del Comune di Viagrande e in rappresentanza del Consorzio “Catania al vertice” il presidente dell’Orizzonte Catania di pallanuoto femminile Nello Russo e il presidente del Catania Beach Soccer Giuseppe Bosco.»

Scrivi