CATANIA – Non ha pace lo snodo viario fra via Vittorio Emanuele Orlando, corso delle Province e via Gabriele D’Annunzio. Da domani mattina, infatti, la viabilità nella zona tornerà, temporaneamente, alla situazione precedente all’8 agosto 2014, quando fu varata la sperimentazione di un nuovo sistema di circolazione che tante polemiche ha suscitato fra gli abitanti e i commercianti.

Una decisione maturata da tempo e formalizzata nel corso di una riunione operativa a Palazzo degli elefanti, a cui hanno partecipato, oltre al sindaco Enzo Bianco, il vicesindaco Marco Consoli, gli assessori ai Lavori pubblici Luigi Bosco, alla Viabilità Rosario D’Agata e alle Attività produttive Angela Mazzola, il capo di gabinetto Massimo Rosso, il vice comandante della Polizia municipale Stefano Sorbino, il consulente del Sindaco per la Viabilità Enzo Condorelli, il consulente per i rapporti istituzionali Francesco Marano, gli ingeneri Giuseppe Ragusa dell’Ufficio traffico urbano e Rosario Marino degli Interventi speciali.

La modifica nasce dalle pressanti richieste delle associazioni di commercianti, che sperano di recuperare, almeno nel periodo delle festività natalizie, le pesanti perdite economiche lamentate a causa del nuovo senso di marcia. Che, come promesso dall’amministrazione, tornerà nuovamente  dal 5 gennaio, data in cui saranno installati i nuovi cordoli che consentiranno anche un arredo a verde.

Vedremo come i cittadini catanesi – già disorientati dalle precedenti modifiche alla viabilità – reagiranno a questo nuovo “cambio in corsa”, per quanto momentaneo.

Intanto, i tecnici comunali stanno valutando di effettuare cambiamenti alla circolazione della zona Nord della città, quella compresa fra via Giuffrida, a corso delle Province, piazza Lincoln e via Vittorio Emanuele Orlando. Un’area congestionata ogni giorno da decine di migliaia di auto, e su cui gravitano ben cinque istituti scolastici.

Scrivi