Riceviamo e pubblichiamo.
CATANIA – Nonostante il mese di giugno sia già cominciato, non c’è nessuna traccia delle opere di pianificazione legate alla stagione dei Caffè Concerto. Un’iniziativa che è sempre servita a dare una boccata di ossigeno ai commercianti ed agli imprenditori ma che, fino ad ora, rischia di restare ferma al palo perché non c’è un piano o una delibera pronta. A peggiorare le cose figura persino una nuova procedura macchinosa in cui i richiedenti dovranno allegare, oltre alla consueta richiesta, una perizia quotata in scala giurata ed elaborata da un professionista; ovvero un tecnico abilitato. Tutto ciò comporterà un notevole disagio ai commercianti con notevoli ritardi per la stagione dei Caffè Concerto. Al momento ci sono circa 33 istanze presentate. Un segnale evidente di come il Sindaco Bianco si dimostri poco sensibile nei confronti di quelli imprenditori etnei che già devono affrontare oggi una crisi del settore che non ha precedenti. Il costo della perizia, infatti, inciderà ulteriormente sulle tasche dei commercianti. Una beffa visto che dovrebbe essere proprio Palazzo degli Elefanti ad istituire la pratica. Per tutte queste ragioni – dichiara  Giuseppe Catalano, consigliere comunale di “Articolo 4” –  insieme agli altri componenti del partito si attiverà per convocare una seduta straordinaria ed affrontare la questione il prima possibile.
 
Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi