CATANIA – I finanzieri del Comando provinciale di Catania hanno bloccato un catanese, Giuseppe Galati, in arrivo da Santo Domingo trovato in possesso di circa un chilo di cocaina purissima. Nell’ambito dell’azione di contrasto al traffico internazionale di sostanze stupefacenti l’attività di analisi svolta dalla Tenenza di Catania-Fontanarossa sulle provenienze dei passeggeri in arrivo, concentrata particolarmente sui paesi a rischio, ha permesso di individuare il corriere tra i viaggiatori provenienti dalla Repubblica Dominicana con un volo che aveva fatto scalo a Madrid e Roma Fiumicino.
Il soggetto, che già nella sala arrivi in attesa del bagaglio aveva palesato un evidente nervosismo, è stato fermato dalle Fiamme Gialle e dal personale dell’Agenzia delle Dogane per essere sottoposto alla cosiddetta “visita doganale”. L’esame radiogeno preliminare del bagaglio non ha consentito di evidenziare alcuna anomalia ma i militari, insospettiti dalla presenza di alcuni contenitori cilindrici visibili ai raggi x, non si sono limitati alla prima apparenza e hanno deciso di approfondire l’ispezione. Una volta aperto il trolley hanno scoperto 9 deodoranti personali del tipo “roll-on” avvolti da nastro adesivo trasparente. L’apertura degli stessi ha così portato al rinvenimento di altrettanti involucri contenenti droga per un peso complessivo di circa un chilo. Lo stupefacente, da piazzare sul mercato catanese dopo le operazioni di taglio, avrebbe fruttato quasi 150 mila euro.
Espletate le formalità di rito l’uomo è stato tradotto presso il carcere di piazza Lanza a Catania a disposizione dell’Autorità giudiziaria.

Alessandro Famà

Scrivi