CATANIA – I Carabinieri dell’Aliquota Operativa della Compagnia di Randazzo hanno arrestato Losi Mario Davide, 35enne, sorvegliato speciale di Pubblica Sicurezza con obbligo di soggiorno nel comune di Piedimonte Etneo, per detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti.

LOSI Mario Davide, Taormina 14.8.1979I militari, a conclusione di un’articolata attività info-investigativa, hanno proceduto ad una perquisizione nell’abitazione dell’uomo rinvenendo e sequestrando, abilmente occultati all’interno di un armadio del salone, due confezioni di carta stagnola, contenenti complessivamente 100 grammi di hashish, un bilancino elettronico di precisione e la somma contante di 330 euro, suddivisa in banconote vario taglio, ritenuta provento dell’attività di spaccio.

L’uomo, al fine di prevenire ogni controllo ed intervento delle forze dell’ordine, aveva attrezzato l’abitazione con un circuito di telecamere che a nulla sono valse perché alcuni militari sono riusciti lo stesso ad infiltrarsi all’interno della casa fruttando uno spazio limitatissimo, scoperto dall’occhio delle telecamere.

L’arrestato è stato trattenuto in una camera di sicurezza dell’Arma in attesa di essere giudicato con rito direttissimo, come disposto dall’Autorità Giudiziaria.

Nella stessa giornata, i Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia di Catania Fontanarossa hanno arrestato in flagranza un 23enne, catanese, per detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti.

I militari, durante un servizio antidroga nel popolare quartiere Librino, hanno notato il giovane in viale Grimaldi cedere delle bustine ad occasionali avventori. Prontamente bloccato e perquisito il fermato è stato trovato in possesso di 243 dosi di marijuana, per un peso complessivo di 180 grammi, e la somma contante di 60 euro, ritenuta parziale provento dell’attività di spaccio.

Il ragazzo è stato posto ai domiciliari in attesa di essere giudicato con rito direttissimo, come disposto dall’Autorità Giudiziaria.

Scrivi