CATANIA – “Raccogliamo il grido d’aiuto disperato della figlia di Giuseppe Basile, il disabile costretto a stare su una sedia a rotelle a causa di un ictus e che dal 2009 è letteralmente segregato nella propria abitazione ubicata al decimo piano, per colpa del fatto che nel palazzo ove abita al viale Castagnola 2, di proprietà dello IACP, da anni gli ascensori sono fuori uso impedendo di fatto al signor Basile di poter uscire di casa. Per questo motivo depositeremo un esposto alla Procura della Repubblica per chiedere di far luce su questa assurda vicenda” lo afferma Manfredi Zammataro, segretario regionale dell’Associazione Nazionale dei Consumatori CODICI  (Centro per i Diritti del Cittadino) secondo il quale “la vicenda di Giuseppe Basile è purtroppo solo la punta di un Iceberg in quanto sono numerosissimi i cittadini anziani e disabili costretti a subire ogni giorno in silenzio inefficienze, disservizi e soprusi da parte di Enti ed Istituzioni che spesso sembrano sorde e cieche difronte ai problemi della gente. Per tale ragione -prosegue Zammataro- siamo disposti ad offrire assistenza legale gratuita al signor Basile e alla sua famiglia per la tutela dei propri diritti e pertanto, invitiamo la figlia di Giuseppe Basile a mettersi in contatto con noi  telefonando al 329.0027005

Scrivi