Un weekend devastante per il Catania. Il pareggio con la Paganese avvicina sempre più i playout, e quindi un totale fallimento sul fronte prettamente sportivo, mentre arrivano notizie poco rassicuranti anche dal Messico. Parliamo ovviamente del capitolo cessione riguardante il club rossazzurro. Nelle ultime settimane è circolata con forza la candidatura dell’imprenditore americano Vergara per il dopo-Pulvirenti, ma un articolo apparso sulla testata giornalistica messicana “mediotiempo” sembra spezzare le residue speranze del popolo catanese di vedere un rinnovamento ai vertici della proprietà.

Allo scadere dei 15 giorni che indicativamente avrebbero dovuto condurre il ricco e facoltoso Vergara ad una decisione in merito al possibile acquisto della società etnea, “nulla è stato ancora definito“. C’è però un impedimento: in Lega Pro non è possibile schierare in campo extracomunitari. Apparentemente nessun problema, salvo per il fatto che il messicano investirebbe in Europa a condizione di poter lanciare nel giro del calcio che conta giovani talenti locali.

Una frenata dunque, anche se le motivazioni non convincono fino in fondo. In ogni caso alle pendici dell’Etna non servono avventurieri ma uomini concreti e motivati per rilanciare il calcio catanese.

Da chiarire anche un altro punto: è stato davvero il Catania a cercare Vergara e proporre la cessione? Oppure come hanno detto il presidente Franco e il consigliere Mancuso non si è fatto sentire nessuno, così come nessuno è stato contattato? Intanto il popolo rossazzurro ha perso la pazienza.

Gianluca Virgillito

 

Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi