Questa sera, contro la Casertana, il Catania gioca per confermare ancora una volta quanto di buono costruito nelle prime sei giornate di campionato in Lega Pro. Dopo aver azzerato la penalizzazione di 9 punti in classifica contro cui la società ha annunciato in queste ore il ricorso al Coni per tentare di ottenere una riduzione della stessa e aver cominciato la scalata alle posizioni in graduatoria, un match contro una delle squadre rivelazione dell’avvio di stagione servirà per tentare di mettere in cascina altri punti che il tecnico rossazzurro Pancaro ritiene fondamentali per la corsa salvezza. Classifica e forza dei due organici che oggi si affronteranno sembrano delineare invece un confronto tra squadre di vertice.

L’amico ed esperto delle vicende del sodalizio etneo, Turi Distefano, commenta per Sicilia Journal l’immediata vigilia della gara:

“Sarà una partita combattuta e giocata su buoni livelli – annuncia Distefano – Il Catania ha dimostrato in queste prime 6 giornate di avere un organico di categoria assolutamente superiore, ma sono d’accordo con il mister Pancaro quando parla di salvezza come obiettivo stagionale. A parte la penalizzazione, secondo me l’ultima cosa da fare è esaltarsi troppo: da marzo, al massimo aprile, invece, se la squadra si troverà in alto nel Girone C allora non ci si potrà tirare indietro. Però è vero, quello che si preannuncia stasera è un match tra squadre importanti. Bisogna avere equilibrio.

Il plauso più grande voglio farlo comunque alla tifoseria che è riuscita a superare l’inferno e tornare allo stadio, ammaliata da questi calciatori. Questa è la base per un futuro roseo.

Prossime partite? Direi di vedere tutto giornata dopo giornata. Utilizzando il linguaggio stradale spero che il Catania quest’anno faccia proprio il principio del divieto di sosta: spero infatti che i calciatori non si fermino e continuino a macinare chilometri e gioco fino all’ultimo turno”.

Scrivi