CATANIA − E’ accaduto ieri sera in Via Falsaperla a Picanello. Due giovani romeni, a bordo di un’Alfa 156,  si sono recati in zona per incontrare una giovane  connazionale. Ad attenderli, piuttosto che la ragazza, hanno  trovato un 27enne, anch’egli romeno, che, dopo un aspro confronto, ornato da minacce inequivocabili, ha estratto  una pistola calibro 6,35, fortunatamente caricata a salve, esplodendo  alcuni colpi all’indirizzo dell’auto dei rivali. Le vittime, terrorizzate, sono fuggite  trovando rifugio nella caserma dei Carabinieri di Via Petrella. I militari, acquisita la notizia reato, si sono immediatamente posti alla ricerca del soggetto che è stato rintracciato nella propria abitazione. La pistola non è stata trovata mentre, a conferma di quanto denunciato dalle vittime,  i cc hanno rinvenuto e sequestrato in strada i tre bossoli esplosi dal romeno, di conseguenza denunciato all’A.G. per minaccia aggravata.

Scrivi