Probabilmente la pianta era stata colpita dal punteruolo rosso. Disposti un’indagine interna e una immediata ricognizione, anche con l’aiuto di Forestale, Università e Orto Botanico, di tutte le palme del territorio catanese.

Catania – Profondo dolore e commozione sono stati espressi dal sindaco e dagli assessori comunali di Catania per la morte della signora Patrizia Scalora, travolta dalla parte superiore di una palma cadutagli addosso mentre si trovava seduta su una panchina di piazza Cutelli. Il sindaco ha espresso inoltre il proprio cordoglio e quello di tutta la cittadinanza alla famiglia.

Secondo le prime ipotesi la pianta, alta cinque metri, si sarebbe spezzata quasi a metà a causa del vento e perché indebolita nella sua struttura da un rarissimo attacco laterale del punteruolo rosso, che solitamente aggredisce invece la chioma delle palme. La presenza del parassita dunque, che si manifesta all’esterno con un foro di pochi centimetri, trovandosi a un’altezza di circa tre metri non sarebbe stata visibile né da terra né da quegli operai che, pochi giorni fa, avevano provveduto a potare la chioma dell’albero.

Il sindaco ha comunque disposto un’indagine interna, parallela a quella della Magistratura, per accertare eventuali responsabilità. Ha inoltre dato disposizioni al consulente per il Verde, il dott. Annibale Sicurella, perché, chiedendo anche l’aiuto degli esperti di Forestale, Università e Orto Botanico, si proceda immediatamente a una accurata ricognizione dello stato di salute di tutte le palme presenti sul territorio di Catania, a partire dalle altre piante della piazza Cutelli, per accertare che non vi siano altri attacchi laterali di punteruolo rosso.

Scrivi