Prima pausa già terminata per il Catania, che nel pomeriggio si ritroverà a Torre del Grifo per riprendere gli allenamenti. Una settimana o quasi di lavoro, triangolare a Milazzo contro i locali e il Due Torri poi sarà capodanno, quindi ancora festeggiamenti ed infine la definitiva ripresa. Per i colori rossazzurri sarà un 2016 importante, alla ricerca del riscatto dopo due anni disastrosi. La dirigenza etnea, nelle figure dell’ormai denominata triade Bonanno-Pitino-Ferrigno, è già al lavoro per sfruttare nel modo migliore la finestra invernale del calciomercato, al fine di portare alle pendici dell’Etna pedine utili al gioco di Pancaro per risalire la classifica fortemente condizionata dalla penalizzazione di 11 punti. Per la verità, escluso un ultimo periodo di calo, la compagine dell’Elefante ha dimostrato già di essere una formazione tosta, capace specialmente nella fase iniziale di stagione di costruire gioco e far risultato con qualsiasi avversario. Nulla di trascendentale, ovviamente, per chi fino a poco tempo fa godeva di un Catania in massima serie.

Prima di un acquisto, sarà comunque fondamentale cedere le pedine in esubero. Da sciogliere anche il nodo portiere, con Bastianoni e Liverani per una maglia da titolare con la posizione del primo in bilico dopo una serie di partite giocate sottotono. In difesa potrebbe arrivare un vice-Nunzella. Attenzione a Zito, calciatore duttile molto stimato dagli uomini mercato del Catania. Qualcosa con ogni probabilità si farà a centrocampo: Scarsella dopo l’exploit iniziale è calato molto nel rendimento, mentre Lulli e Russo non hanno convinto appieno. Musacci, Agazzi e Castiglia sembrano quindi i punti fermi in mediana, anche se sarà da verificare la tenuta fisica di quest’ultimo, reduce da un periodo di inattività dopo l’infortunio che lo ha a lungo tenuto fuori dal rettangolo verde. In attacco, se Plasmati dovesse convincere lo staff tecnico, probabilmente rimarrà tutto invariato.

Messo il passato alle spalle, i prossimi mesi potrebbero e dovrebbero essere decisivi anche per la questione della proprietà del pacchetto di maggioranza delle quote del Calcio Catania S.p.A. Trattativa che sembra possibile tra l’attuale patron Pulvirenti e il gruppo Villar, anche se all’effettivo le due controparti devono ancora sedersi al tavolo per discutere dell’affare.

Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi