CATANIA – È polemica nel consiglio della IV municipalità di Catania. Lo dice a chiare lettere il vice presidente della circoscrizione Giuseppe Zingale, in una nota inviata alla stampa.

Secondo Zingale, “una parte dei consiglieri – tra cui il più giovane insediatosi da pochi mesi – presenta sistematicamente alcune mozioni con l’obiettivo di sminuire l’operato del resto dei componenti del massimo organo politico di quartiere. Un gruppo, composto anche da quattro presidenti di commissione, che svolge il proprio lavoro senza portarlo successivamente all’attenzione dell’intero consiglio”.

Il riferimento è in particolare alla seduta del 26 novembre, in cui si parlò della piaga della prostituzione. Argomento già ampiamente trattato circa 7 mesi prima. “Un dettaglio – prosegue Zingale – volutamente tralasciato dal presidente della commissione interessata, come è stato da me evidenziato. Da qui l’attacco politico da parte dei consiglieri “dissidenti” tacciandomi di protagonismo. Un’accusa che rispedisco al mittente”.

Vedremo quali strascichi avrà questa polemica nei prossimi giorni.

 

Scrivi