“Catania e Taormina insieme per abbattere tutti i muri, all’insegna cultura, della tolleranza, dell’accoglienza e dell’apertura mentale”.
E’ questo il tema principale dell’accordo tra i due comuni ionici, annunciato ed esposto oggi dai due sindaci Enzo Bianco e Eligio Giardina, che punta alla promozione ed allo sviluppo del turismo culturale. “Catania e Taormina insieme per abbattere tutti i muri, all’insegna cultura, della tolleranza, dell’accoglienza e dell’apertura mentale”. E’ questo il tema principale dell’accordo tra i due comuni ionici annunciato ed esposto oggi dai due sindaci Enzo Bianco e Eligio Giardina. L’idea è mutuata dal titolo di Taobuk 2015, il Taormina International Book Festival, che è “The Wall – Gli ultimi muri”. L’obiettivo è quello di organizzare insieme una serie di eventi culturali, mostre d’arte, passeggiate letterarie con lo scopo di valorizzare la comune eredità culturale e il prezioso patrimonio strorico e artistico. Importante, in questo contesto, la sinergia e la collaborazione che si sono instaurate tra Taobuk e IArt.
Primo, momento di collaborazione saranno le celebrazioni in occasione del quarantennale della morte di Pier Paolo Pasolini. L’evento è previsto per venerdì 17 e sabato 18 luglio, alle 17, al Palazzo della Cultura, dove si terrà il convegno “Qui il barocco pare di carne – Pasolini in Sicilia”, coordinato da Dora Marchese, che analizza il rapporto fra Pasolini e la Sicilia grazie alle testimonianze di Emanuele Trevi, Monica Centanni, Massimo Fusillo, Marco Antonio Bazzocchi, Roberto Danese, Gianluigi Simonetti, Rosario Castelli, Stefania Rimini, Vanni Ronsisvalle, Fulvia Toscano, Massimiliano Perrotta. A seguire, proiezione del documentario “Sicilia di sabbia. Sulle tracce di Pier Paolo Pasolini: un ritratto della Sicilia di oggi tra mito e trasformazione” di Massimiliano Perrotta. Sarà presente l’autore. Durante la due giorni di studio, sarà inaugurata nella Sala convegni del palazzo della Cultura la mostra “arte contemporanea” Benedetto Poma e “la Sicilia di Pasolini&” curata dalla Galleria Koart di Catania. Gli altri appuntamenti all’interno di Taobuk saranno a settembre a Taormina.
“Catania – ha detto il sindaco Enzo Bianco – non è nuova nel rapporto con Pasolini. Infatti, nel corso della mia precedente sindacatura, su richiesta dell’allora ministro della Cultura, adottò e restaurò Uccellini e uccellaci, uno dei più grandi film italiani di tutti i tempi. Questo è dunque l’inizio di una collaborazione tra le nostre due città all’insegna della promozione e dello sviluppo del turismo culturale. Catania e Taormina stanno già lavorando insieme insieme a Bruxelles sul fronte europeo ed auspico che possano farlo anche all’interno del Distretto del Sudest”.
All’incontro con i giornalisti erano anche presenti l’assessore alla Cultura Orazio Licandro, Antonella Ferrara, presidente e direttrice di Taobuk, e Giovanni Anfuso direttore di IArt.
“Molte cose positive – ha detto Licandro – a volte partono da una piccola scintilla. In questo caso la scintilla è stata l’incontro tra Taobuk e IArt. La collaborazione sulla celebrazione di Pasolini, ricordando il suo rapporto con la Sicilia, rappresenta davvero un ottimo avvio”.
Grande gioia e soddisfazione sono state manifestate da Mariella Ferrara e Giovanni Anfuso che si sono dichiarati entusiasti dall’ampliamento che Taobuk e IArt potranno avere dall’importante collaborazione che è stata messa in moto.

Scrivi