CATANIA – Dopo tanta attesa, è entrato in vigore il nuovo Regolamento edilizio del Comune di Catania. Lo strumento di pianificazione urbanistica, che sostituisce quello del 1935 aggiornato nel corso dei decenni una sola volta, è fondato sulla valorizzazione del territorio. Grande attenzione anche alle aree a verde e all’incremento della permeabilità del suolo.

“Un atto amministrativo complesso – hanno commentato il sindaco Enzo Bianco e l’assessore all’Urbanistica Salvo Di salvo – nato ascoltando Ordini professionali, associazioni ambientaliste, costruttori, commercianti, industriali e tanti altri, dall’Università alla Procura della Repubblica, per mettere ordine in un settore molto delicato. Abbiamo dato voce a tutti anche attraverso un forum pubblico e alla pubblicazione della bozza del Regolamento sul web proprio perché fosse un atto frutto delle esigenze dei cittadini”.

Trasformazione radicale delle aree di degrado, crescita qualitativa del numero di immobili con attenuazione del rischio sismico attraverso la messa in sicurezza degli edifici, attenzione al risparmio energetico, recupero dove possibile del patrimonio esistente: queste le priorità che hanno guidato la redazione del Regolamento, composto da un corpo principale e da tre fascicoli allegati, riguardanti la sostenibilità dell’ambiente, l’efficienza energetica e la bioedilizia e la pericolosità geologica e sismica.

Il testo definitivo, adottato nei mesi scorsi dal Consiglio comunale e approvato anche dalla Regione Siciliana, è disponibile sul sito internet del Comune di Catania nella sezione “Amministrazione Trasparente” (alla voce “Atti di pianificazione vigenti”):

http://www.comune.catania.it/amministrazione-trasparente/pianificazione-e-governo-del-territorio/atti-di-pianificazione-vigenti/regolamento-edilizio-2014/

Scrivi