CATANIA — La Guardia di finanza di Catania ha scoperto una truffa all’Inps di circa 1,5 milioni di euro, che ha denunciato per truffa e falso 298 persone, tra cui i titolari di due imprese agricole etnee che si sarebbero occupate della raccolta di prodotti agricoli e 292 falsi braccianti che avrebbero ottenuto indebitamente dall’Inps l’indennità di disoccupazione e assegni familiari. Secondo quanto accertato, le ditte, che sarebbero state costituite solamente per realizzare la truffa, avrebbero assunto persone compiacenti per i quali avrebbero dapprima attestato falsamente all’Inps l’impiego come braccianti e successivamente avrebbero comunicato all’ente assistenziale il non utilizzo del lavoratore affinché venisse corrisposta a ciascuno l’indennità prevista per i giorni di disoccupazione. I militari hanno inoltre accertato che i terreni non erano nella disponibilità delle imprese. Le Fiamme Gialle le hanno anche segnalate all’Inps per il recupero delle somme erogate.  Anche i contratti di comodato d’uso a favore di queste ultime sono risultati falsi.


-- SCARICA IL PDF DI: Catania: falsi braccianti truffavano Inps, 298 denunce --


Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata