CATANIA – Dopo lo spiacevole episodio della corsa clandestina nella circonvallazione di Catania, un’altra “gara” è stata fermata sul nascere: alle prime ore della giornata di ieri, quando il personale operante, composto da aliquota del Commissariato di P.S. di San Cristoforo, della Squadra Mobile, della Squadra a Cavallo dell’UPGSP, della Polizia Scientifica nonché dai veterinari dell’ASP di Catania coordinati dal Dirigente del Commissariato San Cristoforo, si è posizionato nella Strada Provinciale 104, nei pressi di Sigonella.

Dopo circa tre ore di attesa, ecco arrivare diversi giovani a bordo di scooter che “pulivano” il percorso interessato, onde evitare insidie varie e incontri con le Forze di Polizia: circa 1500 persone si sono disposte lungo la provinciale 104 in attesa del passaggio dei due calessi lanciati in una folle corsa.

L’intervento degli agenti non è stato semplice: numerosi gli spettatori che, quasi come infastiditi dallo “spettacolo” negato, hanno contrastato l’operato della Polizia, impegnata ad inseguire gli organizzatori e i responsabili dell’illecito.

Alla fine, però, i poliziotti sono riusciti a fermare la corsa e a bloccare i responsabili: al termine dell’operazione, sono state denunciate quattro persone in concorso tra loro per maltrattamento di animali, sequestrati i due cavalli che sono stati affidati in giudiziale custodia in stalle attrezzate, i calessi e le relative bardature.

Scrivi