Catania. Si chiama “First”, che in inglese significa “primo”. Il primo locale nel cuore della vecchia San Berillo. Il primo tassello per ricostruire il volto di uno dei quartieri storici della città. Il primo passo verso il riscatto, il riscatto di un luogo impregnato di memorie antiche e difficili realtà moderne, che s’intersecano in un affasciannte ed inquieto gioco di ruoli. A voler fortemente affondare radici nuove, ricche di sogni e di speranze, è il giovane imprenditore catanese Giovanni Barone, che domani sera, inaugurerà il loungebar sito in Piazza Goliarda Sapienza, ai più conosciuta come Piazza delle Belle. Un passato nell’esercito, il trentenne Barone, è stato per anni impegnato nella gestione di una molto nota catena di locali operanti nell’ambito della ristorazione a Catania. Poi la svolta. Il desiderio di realizzare un sogno, di trasformare l’ambizione in concretezza, di dar vita ad un progetto fino ad allora solo sussurrato, azzardato in un gioco di pensieri prudentemente custoditi. Perchè arriva sempre un momento nella vita in cui è necessario fare i conti con i propri desideri. “Io ho deciso di rischiare”- ci racconta Giovanni- ” Uno stipendio sicuro, non dover aver preoccupazioni a fine mese è confortante. Ma dar voce alle proprie aspirazioni è tutta un’altra cosa! I sacrifici sono tanti, e in ballo c’è il futuro mio e soprattutto quello della mia famiglia, ma oggi sono un uomo felice e soddisfatto del proprio progetto, cosa potrei offrire di meglio ai miei cari se non questo senso d’appagamento?” E così, lasciato il posto fisso, Giovanni Barone si è rimboccato le maniche, e ha trasformato il garage della madre in un locale elegante dal sapore vintage, un lounge bar di qualità, in cui a farla da padrone sono le birre artigianali e l’atmosfera conviviale. Ma ha fatto di più. “Il mio progetto si sviluppa all’interno di una piazza fin’ora poco apprezzata dalla cittadinanza, utilizzata da parcheggio e da porto franco per fumare uno spinello. io con questa piazza dovrò conviverci spero a lungo! Quindi ho deciso di incorporare questo luogo secondo me splendido, all’interno del mio sogno, e dopo faticosi iter burocratici e qualche piccola avversione riscontrata nei residenti più ostili, sono riuscito a trasformarlo in un posto di ritrovo piacevole da frequentare”

Impresa non facile da realizzare in un quartiere con un fardello storico a tratti pesante come  quello di San Berillo. Un quartiere il cui nome è stato spesso legato alla piaga della prostituzione o dello spaccio. ” San Berillo mi ospita e mi abbraccia con le sua antiche mura, io la ricompenserò riqualificando la sua Piazza.” E così giorno dopo giorno quella che era una conca fatta di macchine e cicche di sigarette è diventata una meravigliosa cornice, pronta ad accogliere catanesi e turisti.” Non è facile ritagliarsi un posticino in un mercato già così saturo, ma io non voglio disturbare gli affari di nessuno, voglio solo lavorare e permettere alla gente di conoscere una nuovo contesto ricreativo. ” E’ così dopo aver sistemato il locale, il giovane Barone si è occupato in tutto e per tutto della piazza, piantando piante e installando vasi lungo tutto il perimetro, bonificando la strada, dedicandosi alla manutenzione del luogo.La gente sembra apprezzare molto, gli utenti si moltiplicano giorno dopo giorno, il nome del “First” sembra prepararsi a diventare una certezza per la Catania by night. Perchè chi lavora col cuore si sa, conosce sempre l’ingrediente segreto per realizzare il cocktail perfetto…

 

 

Diffondi la notizia!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterEmail this to someone

Scrivi