di Davide Di Bernardo

Catania – Fino al 9 maggio sarà possibile visitare la mostra esposta all’interno del Palazzo di Giustizia di Catania intitolata “Giustizia a 1428859264strisce”.

L’esposizione, composta da 20 pannelli, è realizzata dalla Fondazione Marco Montalbano mette in risalto la figura nel giudice nel fumetto d’ogni tempo, partendo proprio dagli albori del media, ovvero da Yellow Kid.

Al Dott. Alfio Scuto, Presidente della Corte d’Appello di Catania, vanno i ringraziamenti iniziali del fautore della mostra, il Giudice ed appassionato di fumetti Francesco Lentano, che durante lamostra-1-620x350 conferenza di presentazione ha spiegato come molti dei tratti caratterizzanti della vita di un giudice siano stati da lui ritrovati in opere spesso considerate banali come i fumetti.

Curata da Bruno Caporlingua, Giustizia a Strisce ha come protagonisti eroi conosciuti o meno, da Superman a Topolino, da Judge Dred a Action_Comics_301Diabolik.

Nel numero 3 de I Quaderni, speciale periodico della Fondazione, dedicato alla mostra, la divisione viene fatta per tipologia di comics, si passa dal genere western a quello dell’orrore e del fantastico, al poliziesco, alla fantascienza, all’umoristico, al satirico e politico a quello di realtà.tumblr_mn7x85oOQB1qhab23o1_1280

Non viene nemmeno dimenticato quello supereroistico che oltre a Superman e Batman ha come suo degno protagonista Matt Murdock, DareDevil, che nel tempo in cui non si dedica alla lotta mascherata esercita la professione di avvocato.

judge-dredd-3O il Judge Dredd personaggio creato in Inghilterra da John Wagner (testi) e Carlos Ezquerra (disegni) (da un’idea originale di Pat Mills) nel 1977, come satira della società contemporanea e denuncia del continuo aumento di potere dei corpi di Polizia nello stato moderno democratico.

Un rapporto, quello tra la figura del giudice ed il fumetto presente sin dai primi albi e che vanta un approccio particolare tra fatti reali e critica della società, satira e puro intrattenimento.

Davide Di Bernardo

Scrivi